Skip to content Skip to navigation

Sezioni

Raccolta della vita contadina di Villa Sorra

Villa Sorra è una delle più importanti ville storiche del territorio modenese.

Il complesso Sorra (villa, edifici rustici, serra, parco storico, rovine romantiche, vie d’acqua, giardino, campagna) costituisce un campione pressoché unico di paesaggio agrario preindustriale, di inestimabile valore storico, culturale e ambientale. La tenuta, che conserva ancora oggi il nome dei Sorra (nobile famiglia che edificò il complesso e ne ebbe la proprietà per oltre due secoli), è dal 1972 di proprietà dei Comuni di Castelfranco Emilia, Modena, Nonantola e San Cesario sul Panaro.

A Villa Sorra è ospitata la Raccolta della vita contadina costituita nel 1973 quando il pittore e antiquario Celestino Simonini decise di donare al Comune di Modena numerosi beni di cultura materiale, raccolti nel corso di molti anni di ricerca. Dal 1991 la raccolta è stata affidata in gestione al Museo Civico di Modena.
La collezione è costituita da attrezzi e manufatti, appartenenti a diversi settori della vita domestica e del lavoro rurale e urbano, raccolti principalmente nell'area attorno a Modena, che rappresentano una testimonianza del passato e forniscono un prezioso contributo documentario per lo studio della storia modenese.
Accresciuta nel tempo da altre donazioni, la raccolta, con i suoi oltre 9.000 reperti, è oggi una delle più cospicue a livello regionale. Attualmente, in attesa della riapertura al pubblico degli spazi espositivi, i materiali sono conservati nei depositi della villa.
Progetti recenti: Pane a Villa Sorra. Percorso partecipato dalla semina alla tavola
Per info: giorgio.cervetti@comune.modena.it